Cellule sane in corpo sano
Ubichinolo: la vitamina cellulare

La forma attiva del coenzima Q10 può offrire numerosi benefici per la salute degli anziani


Anziani? Tutti sperano di diventarlo un giorno, ma nessuno vuole essere "vecchio". La grande sfida consiste dunque nell'invecchiare in buona salute. Un'alimentazione equilibrata, combinata con un'attività fisica e intellettuale regolare, contribuisce certamente al raggiungimento di questo obiettivo. Allo stesso modo, un ruolo importante è svolto dall'ubichinolo, una sostanza vitale.

Molti conoscono il coenzima Q10 per via delle creme anti-età. Tuttavia, ciò che la maggior parte delle persone non sanno è che questa sostanza non è utile soltanto nei prodotti cosmetici. Nel nostro corpo, questa sostanza è vitale ed essenziale per la produzione di energia e per la protezione delle cellule. La sua forma attiva, che è anche la più facile da assimilare da parte dell'organismo, si chiama ubichinolo.

Mercoledì, 15 Aprile 2015 16:15
In evidenza

L'ubichinolo è presente in quasi tutte le cellule del corpo e il muscolo cardiaco in particolare ne contiene quantità molto elevate. È per questo motivo che l'ubichinolo viene chiamato la "vitamina del cuore".

 

Il nostro cuore è un organo eccezionale. In un adulto in buona salute, batte da 60 a 90 volte circa al minuto. Allo stesso tempo, pompa quasi 5 litri di sangue. Quando il cuore si indebolisce in modo permanente, ad esempio dopo un infarto o una malattia, non riesce a promuovere il trasporto di una quantità sufficiente di sangue attraverso il corpo. Questo problema si manifesta sotto forma di spossatezza, affanno e stanchezza causati da sforzi anche minimi.

Mercoledì, 15 Aprile 2015 15:43

Integratori alimentari contro gli effetti secondari

Molte persone assumono farmaci chiamati statine per ridurre un tasso di colesterolo troppo elevato nel sangue. Questi "riduttori dei livelli di grassi" possono inibire la formazione di colesterolo "cattivo" nel fegato impedendo il funzionamento dell'enzima necessario per la produzione di colesterolo. Ciò permette alle cellule epatiche di assorbire e metabolizzare una maggiore quantità di colesterolo presente nel sangue. Un tasso troppo elevato di LDL, il "colesterolo cattivo", nel sangue favorisce le malattie cardiovascolari come l'arteriosclerosi.

Mercoledì, 15 Aprile 2015 15:38
In evidenza

La stanchezza che sopraggiunge tipicamente in primavera è un fenomeno che molti di noi conoscono bene: ci sentiamo meno efficaci, stanchi, privi di energie e più suscettibili alle infezioni. Ciò che pochi sanno è che il motivo di questa stanchezza non è generalmente una conseguenza dell'inverno, ma si deve semplicemente alla mancanza di una sostanza vitale essenziale: l'ubichinolo.

Mercoledì, 15 Aprile 2015 15:34