Cellule sane in corpo sano

Protezione contro gli effetti negativi dello stress

Scritto da 
Mercoledì, 15 Aprile 2015 15:24
L'ubichinolo aiuta a neutralizzare le conseguenze nocive per la salute di uno stato di stress permanente.
L'ubichinolo aiuta a neutralizzare le conseguenze nocive per la salute di uno stato di stress permanente.

Un numero sempre più elevato di persone soffre di stress, in particolare nella vita professionale, e spesso non riesce a staccare dal lavoro e a rilassarsi. Soprattutto chi è soggetto al triplo carico - lavoro, famiglia, faccende domestiche - si sente rapidamente esausto sia a livello fisico che psichico. Lo stress permanente? Ne soffre una persona su cinque, come evidenziato da uno studio dell'istituto tedesco per l'assicurazione sanitaria (Techniker Krankenkasse). Esistono naturalmente diverse forme di stress che non sono tutte negative. Una giusta dose di stress può anche aumentare il dinamismo. Ma a lungo termine, oltre a essere un fattore disturbante, può anche nuocere alla salute e causare insonnia, mal di testa, indolenzimento muscolare, nervosismo e ipertensione arteriosa. È proprio in queste situazioni di stress che l'organismo ha un maggior bisogno di nutrienti vitali per sostenere le funzioni metaboliche importanti.


L'ubichinolo aiuta a proteggere il corpo contro gli effetti secondari dello stress cronico. Questa sostanza paragonabile a una vitamina contribuisce a preservare la salute delle cellule e stimola la loro produzione di energia, permettendo così di migliorare le prestazioni fisiche. Inoltre, può ridurre la stanchezza cronica legata allo stress. Questa sostanza fisiologica vitale è naturalmente presente in tutte le cellule del nostro organismo e le protegge contro i radicali liberi nocivi, la cui produzione aumenta nei periodi di stress.


Livelli sufficienti di ubichinolo sono particolarmente importanti per il cuore, perché quest'organo deve fornire tutti i giorni prestazioni elevate. Normalmente, il nostro corpo produce ubichinolo autonomamente. Tuttavia, la produzione di questa sostanza da parte dell'organismo si riduce notevolmente con l'età. Anche uno stato prolungato di stress può comportare una carenza di ubichinolo. Conseguenze: il sistema immunitario si indebolisce e le prestazioni e la resistenza diminuiscono.


Un integratore alimentare mirato può facilmente prevenire questo deficit. I risultati di uno studio recente lasciano anche supporre che l'assunzione regolare di ubichinolo possa ridurre gli effetti negativi derivanti dallo stress sul lavoro. Questa "vitamina" della cellula si rivela altrettanto importante per chiunque sia particolarmente esposto a un affaticamento eccessivo, come ad esempio gli atleti e i malati cronici. Assunto quotidianamente, per esempio sotto forma di capsule, l'ubichinolo protegge le cellule e contribuisce visibilmente ad aumentare l'energia e il benessere.

Letto 543 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)